skip to Main Content
FISSA UN APPUNTAMENTO | Tel. 06 88 48 751 | Whatsapp. 3318429380 | info@myself-roma.com
Lipofilling

Lipofilling

Il lipofilling può essere effettuato anche a livello del seno, con il fine principale di volumizzare, ma anche con quello di rigenerare il tessuto, considerando l’elevato contenuto in cellule staminali presenti nel grasso purificato.

Quantitativi elevati di grasso possono essere prelevati da differenti aree corporee sede di lipodistrofia, per essere centrifugati o decantati e poi re-iniettati a livello mammario. Questo permetterà di aumentare il volume complessivo del seno (finalità estetica) o per perfezionare esiti di radioterapia o di precedenti interventi (finalità ricostruttiva, nelle pazienti sottoposte a mastectomia o quadrantectomia con senza ricostruzione protesica).

L’impianto di grasso nel seno deve essere bi-compartimentale, essere posizionato cioè al di sotto della cute ed al di sopra del muscolo pettorale (in mani esperte anche nel contesto dello stesso muscolo pettorale), evitando accuratamente di introdurlo dentro la ghiandola mammaria, dove potrebbe creare problemi di diagnosi differenziale in caso di mammografia.

Il vantaggio principale di questa tecnica sta nella possibilità di evitare l’uso della protesi mammaria per l’incremento volumetrico del seno. Esistono però dei limiti: la procedura, infatti, necessita di essere ripetuta più volte per ottenere un incremento considerevole. Inoltre vi è una controindicazione nell’utilizzo in caso di seni ptosici (cioè scesi), in quanto l’aumento di volume e quindi di peso comporterebbe un peggioramento della discesa.

Il lipofilling è sicuramente una tecnica innovativa, poco invasiva, poco dolorosa, che non lascia cicatrici visibili e che non comporta l’utilizzo di corpi estranei, va però eseguita da personale esperto e con le opportune indicazioni, al fine di evitare risultati poco soddisfacenti.

L’intera procedura può essere eseguita in sedazione ed anestesia locale, in regime di Day-Surgery, non necessitando di ricovero. Lividi e gonfiore compaiono in particolare nella sede di prelievo del grasso più che sul seno, ma in due-tre settimane

Back To Top